Perchè il Picchio è il simbolo delle Marche?

Una visita ad Ascoli Piceno è stata l'occasione per scoprire una storia bellissima....
Confesso: non conoscevo l'origine del simbolo della nostra Regione, il Picchio Verde!
La scelta trae origine da una antichissima tradizione che narra di popolazioni Sabine che attraversarono l'Appennino seguendo un totem: cioè un animale-guida di cui venivano interpretati i movimenti ed il comportamento per trarne auspici e indicazioni sulla direzione del viaggio. E seguendo il Picchio Verde nacque la popolazione dei Piceni!!
Essi partirono dalla Sabina e popolarono tutto il territorio compreso tra il fiume Foglia e il fiume Salino, fino a dare unità etnica a tutte le attuali Marche.
La Regione Marche ha scelto il suo Logo nel marzo del 1980!
Ma un'altra informazione interessante è stata quella riguardante il Ver Sacrum (Primavera Sacra).
Leggendo informazioni su Ascoli, sui Piceni e sul simbolo delle Marche ho appreso che Ver Sacrum era la ricorrenza rituale che fece nascere nuove popolazioni tra cui appunto i Piceni
In occasione di carestie e in momenti difficili, o per scongiurare un pericolo particolarmente grave, si rendevano necessari dei processi migratori. Si usava allora sacrificare i primogeniti nati nel periodo primaverile al dio Mamerte (Marte). Il sacrificio, dapprima cruento con l’uccisione dei bambini, col tempo si andò modificando al fine di soddisfare le esigenze della tribù e cioè quella di allargare la propria influenza su nuove terre. I bambini offerti a Mamerte diventavano “Sacrali”. Il destino dei “Sacrali” era segnato. Ad un’età abbastanza matura erano obbligati a lasciare la propria tribù e cercare nuove terre da popolare. Tra i vari simbolismi della cerimonia sacrale la più importante era quella di adottare come guida un animale (....ed ecco che torniamo al Picchio!)

Ma Ver Sacrum è anche la rivista fondata dal Movimento Secessionista Viennese nel 1898. Gustav Klimt, Egon Schiele, Koloman Moser, Otto Wagner, Joseph Maria Olbrich e Joseph Hoffmann ne furono gli ideatori e principali esponenti.
I Secessionisti volevano “risvegliare, stimolare, diffondere la sensibilità artistica del nostro tempo”....“Portare l’arte straniera a Vienna” contro ogni provincialismo “ perché possa trovare stimolo […] anche il grande pubblico particolarmente sensibile all’arte, educandolo ad appropriarsi del senso estetico, che è presente come istinto in ogni uomo, indirizzandolo alla bellezza e alla libertà di pensare e di dire”- così recitava il primo editoriale di VerSacrum sulla cui copertina si trova l'immagine simbolica di un albero in fiore che rompe il vaso costrittivo in cui è contenuto.

Le popolazioni Italiche e la Secessione Viennese in qualche modo unite in un grande messaggio di innovazione e voglia di cambiamento!!!

Forse in Italia c'è proprio bisogno di una nuova Ver Sacrum che vada alla ricerca del nuovo, del progresso recuperando proprio i valori della nostra grandezza passata!!!
Enhanced by Zemanta

0 Response to "Perchè il Picchio è il simbolo delle Marche? "

Posta un commento

Lascia un tuo commento, proponici le tue idee, chiedici anche di trattare un argomento o una ricetta di tuo gusto.

Unisciti a Noi - Join Us On Facebook

Aspetta - Please Wait 10 Seconds...!!!Skip